SOFT&GREEN Nuovi stili di vita

Acquistare dove? Acquistare come?



Il mondo del retail (il commercio al dettaglio) sta cambiando. Non solo per le piccole attività, ma anche per le catene dei supermercati, la Grande Distribuzione Organizzata (GDO). Innovazioni tecnologiche, nuovi stili di vita, nuove esigenze: il nostro modo di acquistare si evolve e cambia, e i colossi della distribuzione lavorano per adattarsi a uno scenario in continuo mutamento.





Alcuni macro-fenomeni sono comuni a molti Paesi. Il primo è l’allentamento dei confini fra aziende che vengono da offline e online. Fra chi vende, cioè, solo in spazi fisici, e chi invece solo in rete. Il percorso di acquisto si è fatto molto più fluido e articolato: oggi il consumatore tende a spostarsi dall’online all’offline senza soluzione di continuità, in un’esperienza ibrida e multicanale che porta i retailer a presidiare sia i canali virtuali che quelli fisici.




Il 90% degli acquisti risulta ancora effettuato in negozi fisici, ma sulla tendenza in atto ci sono pochi dubbi: gli acquisti online continuano a crescere. E sappiamo il perché. Le persone sono sempre più connesse e sempre più lo sono attraverso lo smartphone, divenuto ormai centrale in termini di interazioni e accesso alle informazioni rispetto al PC. La sua portabilità, comodità e versatilità lo hanno reso una presenza costante nelle nostre vite e in particolare in quelle dei giovani.




Solo negli Stati Uniti gli acquisti online sono passati dal 5,3% del 2007 al 13% del 2018 (dei quali il 48% passa da Amazon) e il principale operatore GDO americano e mondiale, Walmart (500 miliardi di dollari di fatturato nel 2017), nell’ultimo anno ha visto crescere del 40% i suoi ricavi in rete.


Intanto, consegne a domicilio o presso distributori di prossimità (spazi connessi e digitalizzati) aumentano. Attenzione, però. Gli esperti dicono che per i negozi, in particolare per quelli legati ai grandi brand, ci sarà ancora spazio se sapranno offrire esperienze più ricche: più interazioni, informazioni e, soprattutto, coinvolgimento emozionale. Il futuro è già iniziato.






ARTICOLI

Da consumatore a consum-autore
Esigente, selettivo, autonomo, competente, proattivo, spesso poco fedele alla marca: queste le caratteristiche del consumatore che oggi alcuni studiosi chiamano consum-autore.Un neologismo nato dalla considerazione che il consumatore diventa autore quando si rende conto di poter mandare messaggi alle imprese: non s...

continua a leggere
Leggi

Amazon Go, dove va il supermercato?
In origine c'era il negozio, magari piccolo e vicino. Poi i negozi sono cresciuti e si sono fisicamente allontanati. C'era il negoziante che ci serviva, poi sono arrivati i negozi a libero servizio. L'irrompere del web e delle nuove tecnologie ha poi "smaterializzato" il negozio con la spesa online effettuata a distanz...

continua a leggere
Leggi

Inglorious Fruits and Vegetables
Inglorious Fruits and Vegetables è una campagna insolita, realizzata qualche anno fa dalla catena di supermercati francese Intermarché e già entrata nella storia della pubblicità. Testimonial sono frutta e verdura "moches" (dal francese, "brutte"), prodotti esclusi dalla vendita perché difformi e insoliti come "la...

continua a leggere
Leggi

Customer experience per un new retail
Studiare la storia del retail è un modo per conoscere l'evoluzione della società, capirne i mutamenti in corso e provare a prevederne gli scenari futuri. Se vogliamo provare a capire come cambierà il nostro modo di vivere, dobbiamo anche cercare di comprendere come si modificherà il nostro modo di fare acquisti. ...

continua a leggere
Leggi

Dalla comunicazione all’educazione
Non tutto cambia allo stesso modo, anche nel retail. Perfino nella GDO, dove l'innovazione tecnologica ha modificato il modo di fare la spesa, qualcosa è rimasto fermo agli anni '80: in particolare, con riferimento alle strategie di marketing promozionale, alcuni strumenti di comunicazione diretta.Accanto allo svi...

continua a leggere
Leggi