Comunicati stampa

05 nov 2015 Comunicati stampa

Il Gruppo Sofidel continua a crescere con nuovi investimenti negli USA

Il Gruppo Sofidel continua a crescere con nuovi investimenti negli USA Il gruppo cartario italiano, noto in Italia in particolare per il marchio Regina e tra i leader globali nella produzione di carta per uso igienico e domestico, rafforza la propria presenza negli USA, con l’acquisizione dalla società Green Bay Converting Inc. di un impianto di trasformazione in Wisconsin – con relativo business – e di un fabbricato in Mississippi, l’attivazione di un nuovo investimento greenfield in Ohio e l’apertura di una nuova sede centrale a Philadelphia.
Il Gruppo Sofidel, uno dei leader mondiali nella produzione di carta per uso igienico e domestico, noto in Italia in particolare per il marchio Regina, rafforza la sua posizione negli Stati Uniti attraverso tre importanti operazioni.
La multinazionale italiana, con la controllata Sofidel America, ha acquisito dalla società Green Bay Converting Inc.un impianto di trasformazione a Green Bay (Wisconsin) con il relativo business, e un fabbricato in Mississippi, ha attivato un nuovo investimento greenfield in Ohio, e ha aperto una nuova sede centrale a Philadelphia, in Pennsylvania.
Due nuovi stabilimenti di trasformazione a Green Bay (Wisconsin) e Hattiesburg (Mississippi)
Fondata nel 1999, Green Bay Converting (GBC) è tra le più importanti società di trasformazione statunitensi non appartenente a grandi gruppi, ha oltre 300 dipendenti e svolge attività di trasformazione per il mercato del Nord America, sia per il segmento Away-From-Home che Consumer.
I beni oggetto dell’acquisizione sono:

uno stabilimento di trasformazione, con superficie pari a 75.000 mq circa, a Green Bay (Wisconsin) – la principale area del tissue negli Stati Uniti, ricca di know-how e di risorse umane, dove Sofidel è già presente con un proprio impianto di trasformazione – e le attività ad esso collegate

un nuovo fabbricato industriale a Hattiesburg (Mississippi) che ospiterà un nuovo stabilimento di trasformazione, per una superficie di oltre 37.000 mq

Il complesso dei beni oggetto di acquisizione ha una capacità di produzione annua complessiva di circa 65.000 tonnellate.

Nei prossimi mesi saranno attivate ulteriori linee produttive nel sito di Hattiesburg, insieme ad un potenziamento della produzione a Green Bay.

Green Bay Converting Inc. continuerà la propria produzione nei siti produttivi non oggetto di questo deal.
Il primo investimento da greenfield negli Stati Uniti, a Circleville (Ohio)

Parallelamente, replicando una strategia già attuata con successo nel suo processo di crescita e internazionalizzazione in Europa, Sofidel ha identificato a Circleville (contea di Pickaway, nella regione di Columbus), in Ohio – pur in attesa dei permessi necessari e di una due diligence favorevole - un’area per attivare i primi investimenti greenfield nel Nord America. Un passo destinato ad incrementare ulteriormente la capacità produttiva della società.

L’area, nel Midwest, serve importanti centri urbani nel raggio di poche centinaia di chilometri e rappresenta uno snodo logistico strategico per gli operatori della distribuzione.
Una nuova sede a Philadelphia
Inoltre, Sofidel ha aperto un nuovo ufficio a Philadelphia (Pennsylvania) sulla East Coast, una delle aree più densamente popolate del paese, destinata ad ospitare la nuova sede di Sofidel America.
La crescita negli Stati Uniti
Le acquisizioni annunciate oggi si aggiungono alla recente apertura di un impianto produttivo a Tulsa, in Oklahoma, dove è stata avviata la produzione di una linea AFH (rotoli industriali di carta per uso igienico e asciugamani) e due nuove linee dedicate al private label.
In totale, Sofidel si impegna a investire negli Stati Uniti oltre 300 milioni di dollari in tre anni (2015, 2016,2017).

“Il mercato statunitense è un mercato chiave per il nostro Gruppo, dal momento che è il primo al mondo per consumi pro capite nel settore tissue” ha dichiarato Luigi Lazzareschi, Amministratore Delegato del Gruppo Sofidel. “Oggi il Gruppo Sofidel è attivo in 7 Stati, e con i recenti investimenti stiamo ponendo le condizioni per innalzare ulteriormente i nostri livelli di servizio e incrementare il valore aggiunto che offriamo ai nostri clienti”.

Il Gruppo Sofidel implementa così il suo piano di sviluppo e crescita sul mercato nordamericano. Dopo essere sbarcato in USA nel 2012 con l’acquisizione di attività in 3 Stati, il Gruppo Sofidel è oggi attivo in 7 Stati, con sedi in Nevada (Henderson), Oklahoma (Tulsa), Wisconsin (Green Bay), Mississippi (Hattiesburg), Ohio (Circleville), Florida (Haines City) e Pennsylvania (Philadelphia).

Questa espansione geografica e l’incremento della capacità produttiva sono in linea con la strategia Sofidel di fornire prodotti e servizi di migliore qualità rimanendo vicini ai mercati in cui opera, e rappresenta un passo ulteriore nei piani di sviluppo di Sofidel America.

Il Gruppo Sofidel

Il Gruppo Sofidel, di proprietà delle famiglie Stefani e Lazzareschi, con sede a Porcari (Lucca), è uno dei leader mondiali nella produzione di carta per uso igienico e domestico. Fondato nel 1966, il Gruppo è presente in 13 Paesi - Italia, Spagna, Svezia, Regno Unito, Belgio, Francia, Croazia, Germania, Polonia, Romania, Grecia, Turchia e Stati Uniti - e ha oltre 5.200 dipendenti. Con un fatturato consolidato di 1.771 milioni di Euro (2014), Sofidel occupa la seconda posizione in Europa per capacità produttiva nel settore (1.050.000 tonnellate all’anno - 2014). “Regina” il brand più noto, presente su tutti i mercati di riferimento. Altri brand: Softis, Le Trèfle, Sopalin, Nouvelle, Thirst Pockets, KittenSoft, Nalys, Cosynel, Yumy, Soft & Easy, Volare, Onda, Lycke, Nicky, Papernet, Heavenly Soft. Membro del Global Compact e del programma internazionale WWF Climate Savers (prima azienda italiana aderente, nel 2006), il Gruppo considera la sostenibilità.

Ufficio Stampa Sofidel
Hill+Knowlton Strategies

Daniele Rurale - 02 31914269 - daniele.rurale@hkstrategies.com

Download comunicato in PDF