Economia circolare e industria

Le certificazioni: l’importante è comunicare

Ottenere una certificazione è un impegno che va valorizzato. Inserire le certificazioni nella strategia di comunicazione contribuisce a innalzare la propria competitività sul mercato e ad accrescere la consapevolezza delle persone. È infatti importante far comprendere a tutti, al consumatore in primis, che le certificazioni offrono standard…

Continua a leggere

ISO, piacere di conoscerla

L’idea di darsi un riferimento condiviso per le misure delle unità di grandezza ha una storia antica. Già presso gli Egizi, ad esempio, fu identificato il “cubito” come unità di misura (corrispondente alla lunghezza dell’avambraccio del faraone) per mettere ordine nella progettazione e nell’edificazione di templi e…

Continua a leggere

Quello che le certificazioni non dicono. Ancora.

La sostenibilità contribuisce a creare valore condiviso. Perché ciò avvenga deve però tradursi in pratiche concrete, che a loro volta devono poter essere adeguatamente comprese e conosciute per offrire i benefici attesi.

Questo non sempre avviene. Anzi, per le aziende impegnate…

Continua a leggere

L’imprenditore: Adriano Olivetti, il suo approccio umanistico per un’impresa responsabile

Anni '50, Nord Italia, area del Canavese. Qui successero cose straordinarie per opera di una persona altrettanto straordinaria: Adriano Olivetti (1901 – 1960). Industriale, uomo di cultura, politico, intellettuale, editore e urbanista, l'impresa che porta il suo nome è stata per molti anni una delle principali realtà industriali del mondo…

Continua a leggere

Buzzword: biodegradabile, compostabile e bioplastica

Forse non è propriamente un dilemma shakespeariano, ma la domanda circa la differenza esistente fra un materiale biodegradabile e uno compostabile è una di quelle che almeno una volta tutti ci siamo fatti. La risposta è possibile ricavarla dalla norma internazionale EN 13432 del Comitato europeo di normazione. Viene definito…

Continua a leggere

Un mondo senza plastica

La plastica, oggi globalmente riconosciuta come un problema, è stata per anni considerata una risorsa importante per lo sviluppo economico e per una vita quotidiana più agevole. Dalle nostre case alle auto, dai supermercati fino ai luoghi di divertimento: immaginarli tutti senza plastica può sembrare, a tratti, addirittura impossibile.