SOFT&GREEN Economia circolare

Supply Chain sostenibile? Lo chiedono gli stakeholder

Le persone chiedono un maggiore impegno alle aziende nella gestione della catena di fornitura. A dirlo è una ricerca internazionale realizzata da DNV GL, ente certificatore a livello globale, con la collaborazione dell’istituto GfK.

Un’indagine dai grandi numeri.
L’indagine ha coinvolto oltre 1.400 professionisti in Europa, Asia e America di diversi settori. Secondo lo studio le aziende ricevono continue pressioni e sono chiamate a dimostrare la sostenibilità della propria supply chain (86%; +6% rispetto alla scorsa edizione del sondaggio realizzata nel 2014).

I driver che influenzano le imprese.
Ma quali sono i driver che influenzano maggiormente le imprese? Il 76% afferma che sono proprio i clienti, e a seguire gli altri stakeholder diretti e indiretti, che chiedono alle imprese un maggior impegno. La strada è però ancora lunga: le aziende che hanno coinvolto tutti i livelli della filiera sono solo il 7%.

Tanti vantaggi per le aziende.
I principali vantaggi rilevati da queste aziende sono il miglioramento della brand reputation (65%), una maggior soddisfazione delle richieste dei clienti (58%), l’incremento del market share (32%). Un segnale che la sostenibilità della supply chain, quando diventa una scelta strategica, viene premiata dagli stakeholder oltre che dal mercato.

PILLOLE DI SOFIDEL

Una nuova edizione per il Sofidel Suppliers Sustainability Award

Sono aperte le iscrizioni alla terza edizione del Sofidel Suppliers Sustainability Award, il riconoscimento annuale istituito con lo scopo di incentivare, diffondere, valorizzare e premiare le best practice e le azioni di miglioramento, in ambito di responsabilità sociale e ambientale, realizzate dai fornitori Sofidel. L’obiettivo di Sofidel è qualificare la propria catena di fornitura e supportare i propri partner in questo stesso percorso. La cerimonia di premiazione del Sofidel Suppliers Sustainability Award 2018 si terrà il 3 ottobre negli Stati Uniti, a Columbus, in concomitanza con l’inaugurazione del nuovo stabilimento americano del Gruppo a Circleville, nello stato dell’Ohio.