SOFT&GREEN Nuovi stili di vita

Noi preferiamo agire per il cambiamento, altri preferiscono restare inermi. Chi siamo? I Millenials

di Ylenia Esther Yashar, membro del network CSRnatives

Le generazioni che sono nate tra il 1980 e il 2000 si trovano a fronteggiare le conseguenze di una grave noncuranza ambientale sia delle precedenti classi al governo sia dei cittadini poco partecipi o sensibilizzati sul tema. Ad unirli da ogni parte del mondo vi è il tentativo di proporsi come una comunità proattiva e intermedia tra gli ambientalisti spesso mal interpretati degli anni Settanta e Ottanta e coloro che eludono la questione con la retorica dell’ormai è troppo tardi per agire oppure sarà un problema per chi verrà dopo di me. A contribuire a preservare le specie e a voler utilizzare le risorse in maniera responsabile non ci sono però solo i singoli cittadini che, con piccole azioni quotidiane contribuiscono in ogni caso a non peggiorare la situazione odierna: un ruolo chiave è affidato al settore privato.

Le aziende sono chiamate ad un appello a livello internazionale che deve, oggi più che mai, superare l’obbligo minimo dettato della legislazione nella tutela degli eco sistemi, modificando nei fatti – e non solo nelle parole auliche di convegni ed eventi – i propri processi produttivi. Gli investimenti in energia da fonti rinnovabili e un life cycle assessment dei prodotti (in ottica di sostenibilità ambientale, sociale ed economica) sono solo un primo passo per rivoluzionare totalmente il modus operandi che ha caratterizzato le imprese nei secoli scorsi. Esse devono essere consapevoli che la strada è irta e ricca di punti di domanda, ma i consumatori, al contrario, sanno premiare l’impegno vero e trasparente.

Con i migliori propositi, passione e voglia di innovare, si propongono di affiancarle i CSRnatives, una rete di oltre 150 studenti e laureati in tematiche connesse al business etico, all’economia sostenibile e alla responsabilità sociale d’impresa. Si tratta della prima rete italiana di giovani attivi nella Corporate Social Responsibility. Siamo al lavoro da due anni e mezzo, per raccontare ad altri studenti e a chiunque abbia piacere ad informarsi grazie ai nostri e-book: il terzo (in uscita a dicembre) sarà dedicato proprio alla sostenibilità ambientale.

Noi siamo pronti ad impegnarci perché ci sia una collaborazione proficua e sinergica per agire subito e con coscienza per salvare l’unico Pianeta che abbiamo a disposizione.

PILLOLE DI SOFIDEL

Sofidel per i Sustainable Development Goals dell’ONU

La strategia di crescita sostenibile di Sofidel è in piena sintonia con la “costruzione di un futuro inclusivo, sostenibile e resiliente per la popolazione e il Pianeta”, finalità a cui guarda l’Organizzazione delle Nazioni Unite (ONU) attraverso i 17 Sustainable Development Goals, inseriti nell’Agenda 2030, il programma d’azione per le persone, il pianeta e la prosperità sottoscritto nel settembre 2015 dai governi dei 193 paesi membri.
All’interno dei Sustainable Development Goals, Sofidel intende in particolare contribuire a perseguire i seguenti obiettivi:
• Agire per il clima (obiettivo 13)
• Energia pulita e accessibile (obiettivo 7)
• Salute e benessere (obiettivo 3)
• Acqua pulita e igiene (obiettivo 6)
• Consumo e produzione responsabili (obiettivo 12)