News

12 apr 2019 News

Avvio della seconda fase del progetto We4Youth di Fondazione Sodalitas (2019/2020)

Avvio della seconda fase del progetto We4Youth di Fondazione Sodalitas (2019/2020) Sofidel partecipa alla seconda fase del progetto We4Youth di Fondazione Sodalitas

Sofidel, ancora insieme ad altre imprese italiane che vedono prioritario l’impegno verso le giovani generazioni, affiancherà Fondazione Sodalitas e JPMorgan Chase Foundation nel corso della seconda fase del progetto We4Youth con lo scopo di potenziare la formazione di soft skill e le attività di orientamento al lavoro, attraverso il consolidamento delle relazioni e delle partnership tra mondo della scuola e mondo delle imprese, particolarmente nei contesti socialmente più fragili.

Questa seconda fase del progetto si svilupperà nel biennio 2019-2020 e sarà dedicata allo sviluppo di una piattaforma di benchmarking delle partnership per le competenze trasversali e per l’orientamento degli studenti, realizzata in co-progettazione con imprese e scuole, cui seguirà il supporto a un gruppo pilota di 10 scuole per il miglioramento della propria offerta formativa.

Sofidel ha partecipato anche alla prima fase del progetto We4Youth nel biennio 2017-2018. In particolare, il Gruppo, insieme ad altre aziende del comparto industriale di riferimento, ha dato un forte contributo allo sviluppo di corrette metodologie di progettazione di percorsi di alternanza scuola-lavoro e ha dato avvio a specifiche esperienze di formazione in partnership con alcuni Istituti Tecnici del territorio.

Il progetto nella sua fase iniziale ha prodotto la prima ricerca nazionale che ha analizzato 25 casi di successo di formazione duale basati sull’alternanza scuola-lavoro e l’apprendistato formativo, tra cui il percorso di alternanza scuola-lavoro che il Gruppo ha attivato, con il supporto di Formetica (l’agenzia formativa di Confindustria Toscana Nord), per gli studenti dell’indirizzo di studio in Tecnologie Cartarie dell’ITS Marchi-Forti di Pescia.

Per maggiori informazioni sul progetto We4Youth, clicca qui.