Lettera agli stakeholder

2016, 50 anni Sofidel: una preziosa occasione per riflettere sulla nostra identità e per proiettarci con slancio nel futuro

Il 2016 è stato il cinquantesimo anno di vita di Sofidel.

Un anno caratterizzato dalle celebrazioni, vissute come momento di riflessione e di crescita identitaria, e da un rinnovato slancio verso il futuro, concretizzatosi nell’implementazione di importanti investimenti sia in Europa che negli Stati Uniti.

Per molti versi la perfetta sintesi della nostra storia nella quale l’ancoraggio a precisi valori come l’attenzione all’innovazione tecnologica, la ricerca della qualità, la costruzione di relazioni stabili e durature con gli stakeholder, insieme a orizzonti di investimento legati a logiche industriali e una costante, positiva apertura al futuro, hanno costituito fattori di crescita determinanti.

La ricorrenza dei 50 anni è stata così vissuta in primo luogo come preziosa occasione per affermare e promuovere pienamente l’identità Sofidel. Una scelta che, sintetizzata nello slogan “One company, one brand”, ha portato a sottolineare il senso di appartenenza a una storia e a un universo di valori comuni che rendono riconoscibili per idee, orientamenti, politiche, stili e azioni tutte le realtà Sofidel presenti nel mondo.

In questo contesto si è ritenuto di far meglio conoscere a tutti i pubblici di riferimento, sia in Italia che fuori d’Italia, la storia e i valori di un’impresa capace di svilupparsi e crescere continuativamente per cinque decenni.

La ricorrenza dei 50 anni è stata così vissuta in primo luogo come preziosa occasione per affermare e promuovere pienamente l’identità Sofidel.

Un obiettivo perseguito avviando le celebrazioni a livello nazionale, con una conferenza stampa a Milano; sostenendo una tappa del “Festival della Crescita” a Lucca; celebrando i dipendenti con una festa in contemporanea in tutti gli stabilimenti nel mondo; supportando la produzione di un documentario “Carta, una storia infinita” del National Geographic presentato in anteprima a Londra e trasmesso in più paesi Europei; attivando una campagna corporate sulle principali testate finanziarie europee; realizzando infine un libro sulla nostra storia, la storia del distretto cartario di Lucca e la cultura della carta tissue curato dall’Università degli Studi di Pisa.

Attività tanto più giustificate anche a fronte dei riconoscimenti pubblici avuti fra i quali, la visita alla sede Sofidel del Presidente del Consiglio dei ministri della Repubblica Italiana, Matteo Renzi, e una menzione da parte del Presidente degli Stati Uniti d’America, Barack Obama, nel corso di un evento dedicato agli investimenti esteri negli Stati Uniti.

Il Presidente Obama cita Sofidel come società capace di cogliere le grandi opportunità offerte dal programma SelectUSA

guarda il video Leggi

Accanto a questo lavoro legato alle radici valoriali e all’incremento della riconoscibilità e notorietà del brand Sofidel, il 2016 è stato anche l’anno di una ulteriore, significativa proiezione verso il futuro. Di fatto l’avvio di una nuova fase strategica di crescita (la quarta) che prevede percorsi di sviluppo diversificati per l’Europa e gli Stati Uniti. Nel vecchio continente, dove ormai la disseminazione di stabilimenti produttivi vicino ai mercati può dirsi sostanzialmente conclusa, lo sviluppo di Sofidel passerà dalla crescita organica: dall’incremento cioè della capacità produttiva (in alcuni casi raddoppiata o anche triplicata) degli attuali siti produttivi, con possibili, rare acquisizioni opportunistiche.

Negli USA, invece, dove si registra la doppia necessità di incrementare capacità produttiva e copertura geografica, e dove sono attesi più ampi margini di crescita, lo sviluppo avverrà attraverso la replica della strategia già applicata con successo in Europa, ovvero attraverso un mix di investimenti greenfield e acquisizioni.

Fra le principali operazioni dell’anno sono almeno qui da ricordare, per quanto riguarda la produzione, l’installazione di nuova moderna capacità produttiva in Polonia (attiva entro il 2017); l’acquisizione di un ramo di azienda e del brand Forest in Ungheria; gli ingenti investimenti per l’innovazione tecnologica delle linee di converting (tecnologia Constellation Perini) che consentirà di innalzare ancor di più la qualità del prodotto rotoli; l’avvio dei lavori di realizzazione dello stabilimento integrato di Circleville, in Ohio, destinato a divenire il più importante degli USA e il più moderno dell’intero Gruppo.

Per quanto attiene le attività di marketing citiamo invece:

  • la scelta di procedere con la certificazione FSC per il 100% dei prodotti del settore consumer in Italia, Gran Bretagna, Spagna, Francia e Benelux;
  • il lancio in Italia di sofidelshop.com, il primo portale di e-commerce del Gruppo;
  •  la presentazione sul mercato statunitense del brand Sofidel per il settore AFH, Papernet;
  • l’implementazione di numerose attività di stakeholder engagement, volte a condividere obiettivi comuni e costruire rapporti di collaborazione sempre più saldi con i nostri compagni di viaggio. Fra questi vogliamo ricordare il “Sofidel Sustainability Suppliers Award”, premio istituito per sensibilizzare e stimolare i nostri fornitori a intraprendere percorsi legati a uno sviluppo sostenibile.

Sulla base di questi presupposti è possibile guardare ancora una volta con fiducia e positività al futuro. Consapevoli che proprio lo slancio verso il domani, tradottosi anche quest’anno in attenzione all’innovazione tecnologica, collaborazione con gli stakeholder e ulteriore implementazione della sostenibilità come leva di sviluppo competitivo, alimenterà il nostro cammino di crescita equilibrata e duratura.

Qualcosa che ieri, come oggi, fa parte del DNA di Sofidel.

In un mondo dove i problemi del sovrappopolamento, la preoccupazione per gli impatti dell’attività umana sui sistemi naturali (clima, biodiversità…) e la ricerca di nuovi più efficienti equilibri sociali ed economici rappresentano le nuove priorità, Sofidel vuole continuare a garantire benessere per tutti i suoi stakeholder attraverso la creazione di valore condiviso: essere un’impresa capace di confrontarsi con la domanda di “ecologia integrale” che sale dal mondo contemporaneo.

Ben sapendo, per citare le parole famose tratte da “Lettera a un giovane poeta” di Rainer Maria Rilke, che “Il futuro entra in noi, per trasformarsi in noi, molto prima che accada”.

Luigi Lazzareschi
Amministratore Delegato del Gruppo Sofidel

Emi StefaniPresidente del Gruppo Sofidel

Il Gruppo Sofidel nasce nel 1966 e con 50 anni di attività è oggi uno dei leader mondiali nel mercato della produzione...

La sostenibilità come leva di sviluppo competitivo, l’attenzione all’innovazione tecnologica, la ricerca della qual...

In campo ambientale il principio Less is More che ispira tutte le attività del Gruppo Sofidel trova la sua espressione ...

Carta igienica, asciugatutto, tovaglioli, fazzoletti, veline... Ogni prodotto Sofidel esprime la strategia di un Gruppo ...